Menu
Login
  • Whatsapp image 2018 12 23 at 09.37.26

REGALI ESSENZIALI

2018-12-29

Da diversi anni la compagnia teatrale Koinè partecipa con le sue produzioni all’evento ‘Regali a Palazzo’. Il lavoro della compagnia è volto a illustrare e a dare voce alle realtà degli artigiani e delle eccellenze gastronomico-culturali bolognesi.
A Regali a Palazzo 2018 Koinè sarà presente con due nuove produzioni:

‘Regali essenziali’, una performance olfattiva in cui il pubblico impara a distillare l’essenza della città di Bologna e ‘Azuré’, un pezzo per danza aerea e chitarra classica ispirato alle poesie di Tonino Guerra. 

‘Regali essenziali’

Impara a distillare la tua essenza di Bologna 

La ricchezza di arti, mestieri e storia del Salone del Podestà, quest’anno si manifesta e si radica più profondamente anche attraverso una sua sintesi olfattiva, cioè con la sua essenza. Un luogo, infatti, si ricorda anche attraverso il riconoscimento del suo profumo.

Un personaggio femminile, una moderna alchimista semplice ma intrigante, colta e popolana sorprende il pubblico cantando e recitando, mentre opera con mazzi di erbe profumate, spezie orientali e agrumi densi di olii essenziali. Guida gli spettatori ignari e frettolosi alla scoperta dell’olfatto.

Utilizzando un procedimento storico e antico come il Palazzo Re Enzo, cioè la distillazione in corrente di vapore, l’alchimista estrae l’essenza degli oggetti raccolti durante il viaggio nel Salone.
Con l’aiuto del pubblico, coinvolto in una divertente ricerca finiscono nella pentola di acciaio odori da salamoia bolognese, profumi di spezie da vin brulè, scorze di frutta. E lì, in un intreccio di storie, di reminiscenze, di leggende si distilla un idrolato originale: il regalo essenziale di un pomeriggio a ‘Regali a Palazzo’. 

‘Azuré’

Duo di chitarra classica e danza aerea ispirato alle farfalle di Tonino Guerra 

‘Nascono da noi le farfalle. Siamo noi che creiamo le farfalle. In fondo la poesia
è un tentativo di essere farfalle.’

Tonino Guerra 

Le parole e i disegni di Tonino Guerra diventano l’argomento di un dialogo tra una danzatrice aerea e una chitarrista classica. La loro relazione si snoda attraverso un continuo rimando di mezzi espressivi che rivelano personalità artistiche capaci di creare un’opera di grande impatto emotivo.